Seguo Il Tutorial Di Gigi Hadid Da Tutti

Scrivere di meglio

La relazione tra pervonachala è stata caratterizzata da due caratteristiche: vzaimoporozheniye e reciprocamente superamento. Vzaimoporozheniye ebbe una tale successione pervonachat: albero, fuoco, terra, metallo, acqua; l'albero genera il fuoco, il fuoco genera la terra, la terra genera il metallo, il metallo genera l'acqua, l'acqua di nuovo genera un albero eccetera. La successione degli inizi dal punto di vista di reciprocamente superamento fu l'altro: acqua, fuoco, metallo, albero, terra; l'acqua vince il fuoco, il fuoco - il metallo eccetera.

Confucius legge il cielo come il terribile, vseediny e il padrone soprannaturale che possiede così proprietà antropomorfe conosciute. Il cielo di Confucius definisce per ogni persona che il suo posto in società, i premi, punisce.

Insieme questo, nonostante tutti i dettagli di filosofia in Cina Antica, la relazione tra scuole filosofiche è stato ridotto finalmente fino a lotta di due tendenze principali - materialistico e idealistico sebbene, certamente, sia impossibile presentare questa lotta in forma pura.

Attraverso tutto Upanishada l'idea su identità di essenza spirituale del soggetto (la gente e l'oggetto (la natura) che ha trovato la riflessione nel detto ben noto sporge: "Fare il merletto a tva di Asya" ("È che", o "Lei - un con questo").

Due stadi principali di sviluppo di pensiero filosofico in Cina Antica: uno stadio di origine di viste filosofiche che copre il periodo dei VIII-VI secoli A.C., e a uno stadio di fioritura di pensiero filosofico - a uno stadio di rivalità di "100 scuole" che per tradizione appartiene ai VI-III secoli A.C.

La filosofia di Cina Antica è strettamente collegata a mitologia. Comunque questa comunicazione ebbe alcune caratteristiche che conseguono di dettagli di mitologia in Cina. I miti cinesi appaiono prima di tutto come leggende storiche su ultime dinastie, su "Età d'oro".

Per sviluppo di filosofia indiano Vecchio in una struttura di sistemi certi, o scuole e la loro divisione in due gruppi grandi è caratteristico. Il primo gruppo è le scuole filosofiche ortodosse di autorità di riconoscimento dell'India Antica di Veda (Vedanta (IV-II secolo di secolo A.C.), Mimamsa (VI secolo A.C.), Samkhya (VI secolo A.C.), Nyaya (III secolo A.C.), lo Yoga (II secolo A.C.), Vaisheshika (VI-V secolo A.C.)). Il secondo gruppo - le scuole eterodosse che non riconoscono avtorite Veda (Jainism (IV secolo A.C.), il Buddismo (VII-VI secolo A.C.), Charvaka-Lokayat.

In tali monumenti storici letterari come "Shi uno jing", "Shue uno jing", incontriamo le idee filosofiche certe che si sono evolte da sintesi di pratica di lavoro e socio-storica diretta della gente. La fioritura comunque originale di filosofia cinese antica cade durante il periodo di VI-III in BC che è chiamato da diritto l'Età d'oro della filosofia cinese. Durante questo periodo ci sono tali lavori di pensiero filosofico e sociologico, come "Dao uno jing", "Lun di yuiya", "Mo-tszy", "il Maine-tszy", "Zhuang-tszy". Durante questo periodo il gran laotiano-Zi di pensatori, Confucius, Mo-tszy, Zhuang-tszy, Xun-tszy fa i concetti e le idee. Durante questo periodo c'è una formazione delle scuole cinesi - il Taoismo, il confucianesimo, Mohism, Legalism, i rappresentanti di filosofia naturalistici che ebbero l'effetto allora enorme su tutto lo sviluppo successivo della filosofia cinese. Durante questo periodo quei problemi si alzano. Quei concetti e categorie che allora diventano tradizionali per tutta la storia successiva della filosofia cinese, fino al tempo ultimo.

Su una fila con l'avvento di concetti cosmogonic quale pietra angolare forza sono stati e lo yin, si alza concetti ingenui e materialistici che prima di tutto sono stati collegati a "cinque pervostikhiya": acqua, fuoco, metallo, terra, albero.

Scrivendo questo lavoro predstavlyalyaetsya particolarmente importante alcuni momenti: prima di tutti - la conoscenza con le idee principali Drevnevostochnoy di filosofia, e anche aspirazione a capire in quale appello e survivability di queste idee sono coperti, per di più, perché non solo non sono diventati qualcosa ultimo e dimenticato, ma sono vissuti e si sono estesi lontano di limiti dell'Oriente e fino a questo giorno.